Liliana Cavani

IL PORTIERE DI NOTTE

Regia: Liliana Cavani

Anno:1974

Attori: Dirk Bogarde – Max/Maximilian Theo/Altdorfer, Charlotte Rampling – Lucia Atherton, Philippe Leroy – Avvocato Klaus, Gabriele Ferzetti – Prof. Hans Vogler, Isa Miranda – Contessa Erika Stein, Marino Masé – Anthony Atherton, Amedeo Amodio – Bert Behrens, il ballerino, Piero Mazzinghi – Oscar, portiere di giorno, Giuseppe Addobbati – Stumm, l'uomo delle pulizie, Nora Ricci – Frau Holler, Nino Bignamini – Adolf, il facchino/Il gigolò, Geoffrey Copleston – Kurt, Manfred Freyberger – Dobson, Ugo Cardea – Mario, il cuoco, Hilda Günther – Greta, la moglie di Mario, Kai S. Seefeld – Jakob, Carlo Mangano – Portiere, Luigi Antonio Guerra

Soggetto: Liliana Cavani

Sceneggiatura: Liliana Cavani, Italo Moscati, Robert Gordon Edwards, Elsa De Simone

Fotografia: Alfio Contini

Musiche: Danièle Paris

Montaggio: Franco Arcalli

Scenografia: Jean-Marie Simon, Nedo Azzini

Costumi: Piero Tosi

Altri titoli: The Night Porter, El portero de noche, Portier de nuit

Durata: 120

Colore: C

Genere: DRAMMATICO

Specifiche tecniche: 35 MM,

Produzione: 

ELSA DE SIMONE E ROBERT GORDON EDWARDS PER LOTAR FILM, ITALNOLEGGIO CINEMATOGRAFICO

Distribuzione: 

INC – DELTAVIDEO, VIDEO CLUB LUCE, GRUPPO EDITORIALE BRAMANTE (Cinecittà ') – DVD: ISTITUTO LUCE

1957, Max, ex ufficiale delle SS addetto ai campi di sterminio, svolge in un albergo di Vienna la mansione di portiere di notte, perché ha dei problemi con la luce. Così, mentre altri suoi ex colleghi, orgogliosi del loro passato, si adoperano per far scomparire documenti e testimoni compromettenti, lui si nasconde. Un giorno in albergo giunge Lucia, una ex deportata ebrea ora sposata con un direttore d’orchestra americano. Ossessionato dai ricordi, Max si reimmerge in orrori e abiezioni di ogni sorta. Anche Lucia è coinvolta nei ricordi, e tra i due ben presto divampa un’assurda passione. Preoccupato per il destino di Lucia, Max si barrica con lei nel suo appartamento dove l’isolamento e l’esaurirsi del cibo li spingono fino ai limiti estremi…

In questa opera  non c’è spazio per la pietà, per l’indignazione. L’interpretazione è  di alta classe: Charlotte Rampling, Dirk Bogarde, Philippe Leroy e Gabriele Ferzetti.

Film restaurato: 

CSC-CINETECA NAZIONALE E ISTITUTO LUCE – CINECITTÀ

 

Riconoscimenti:

PREMIO CONSORZIO STAMPA CINEMATOGRAFICA 1974, PREMIO RICCIONE 1974 AL MIGLIOR REGISTA, PREMIO EUR 1974. – PRESENTATO ALLA 75. MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2018), NELLA SEZIONE ‘VENEZIA CLASSICI-RESTAURATI’. – 

it_IT